omologazione scuola

Omologazione della Scuola, un rischio per l’apprendimento?

La distinzione fra scuole pubbliche e private si sta ormai assottigliando sempre di più e, laddove si potrebbe pensare ad un effetto positivo, l’ omologazione della scuola rischia invece di creare seri problemi ad alcune categorie di studenti. La denuncia viene dal presidente di Indire, Giovanni Biondi il quale esplica in un esauriente articolo i rischi di una forzatura alla standardizzazione dell’ insegnamento.

Esistono realtà in Italia che non vengono considerate quando si legifera senza cognizione di causa, situazioni che non possono in alcun modo andare d’accordo con gli standard della Scuola pubblica. Si suggerisce addirittura di fare i medesimi orari, utilizzando gli stessi libri di testo, cosa impossibile da attuare, basti infatti pensare alle difficoltà che ciò rappresenterebbe ai disabili o ai figli dei migranti.

Oltre la scuola pubblica esistono tantissime altre realtà che si occupano dell’ istruzione di categorie di persone svantaggiate, chi dalla lingua, chi da problemi di salute, chi anche solo economicamente. Ed è proprio il differente approccio all’ insegnamento, creato ad hoc, che hanno queste associazioni a fare la differenza per coloro che trovano difficoltà nella scuola pubblica.

Non si parla dunque di fantomatici istituti privati che promettono ai più svogliati di ottenere un diploma semplicemente pagando, senza alcun impegno. Qui si tratta di agevolare chi ha più difficoltà garantendogli il diritto fondamentale allo studio e alla cultura. Il presidente Biondi mette in guardia il governo dalle riforme fatte senza sapere, senza conoscere, poiché esse rischiano di danneggiare chi già deve fare i conti quotidianamente con le sfortune della vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *