falegname

Il falegname, storia di un’ arte

L’uomo da sempre ha imparato a sfruttare le risorse ambientali a proprio vantaggio. Fra queste risorse la più comune ed una delle prime ad essere utilizzata è stato decisamente il legno. L’evoluzione dei secoli ha portato la lavorazione di questo materiale a divenire una vera e propria arte sotto ogni punto di vista. Il legno è infatti impiegato in moltissime realtà, dal semplice decoro, alla costruzione di case, dalla creazione di barche fino ad arrivare alla realizzazione di sculture e strumenti musicali. Insomma il falegname è una figura che nei secoli ha sempre rivestito un ruolo fondamentale nella società di qualunque epoca.

La falegnameria si è evoluta nel corso del tempo, nuove idee e nuovi strumenti hanno permesso di sostituire le pialle, gli scalpelli a mano, le seghe e via discorrendo, con strumenti sempre più complicati ed automatizzati, ma l’arte della lavorazione del legno è invariata da secoli ed è un tesoro fondamentale che ogni artigiano custodisce gelosamente e si tramanda di generazione in generazione.

Non si tratta quindi solo di conoscere le tecniche di realizzazione di un determinato prodotto ma bisogna invece comprendere quanto ogni tipo di legno sia differente dall’altro, ogni uno con le proprie caratteristiche, adatto ad uno scopo specifico più che ad un altro. Insomma si tratta di vera e propria conoscenza della risorsa e dell’ambiente da cui essa ha avuto origine.

Esistono ovviamente falegnami specializzati nei rispettivi settori di cui abbiamo prima citati alcuni esempi, questo perchè ogni disciplina ha le proprie esigenze e difficilmente si utilizzerà il medesimo tipo di legno per fare una scultura e uno strumento musicale. L’esperienza e la conoscenza sono quindi i fattori che determinano la qualità del lavoro di un artigiano di questo tipo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *