elezioni politiche 2018

Elezioni Politiche 2018, quello che c’è da sapere

Le elezioni politiche 2018 sono ormai alle porte, il 4 Marzo infatti gli italiani saranno chiamati alle urne per esprimere il loro consenso verso l’una o l’altra fazione politica in modo da andare a costituire, si spera, il prossimo governo italiano ed il primo eletto tramite la nuova legge elettorale detta Rosatellum. Ma cosa c’è da sapere su queste elezioni? Vediamo insieme un po’ di numeri e cosa essi significhino.

Secondo l’ultima stima, operata nel giugno del 2017, gli italiani aventi diritto al voto sono circa 51,2 milioni, di cui 24,8 milioni sono uomini e 26,4 milioni sono donne. Si stima inoltre che 4,2 milioni siano gli italiani residenti all’estero che potranno votare. A queste elezioni voteranno per la prima volta anche 500 mila maggiorenni.

 

Le modalità di voto per le elezioni politiche 2018

Le schede previste per queste elezioni politiche 2018 saranno 2: una rosa per la Camera e una gialla per il Senato. Potranno votare per la Camera tutti i cittadini, uomini e donne, che abbiano raggiunto la maggiore età, mentre per il Senato è necessario aver compiuto i 25 anni. I risultati degli scrutini verranno resi noti nei giorni successivi e verranno applicate le nuove norme elettorali contenute nella riforma Rosatellum, recentemente approvata dal governo dopo numerose revisioni.

Votare è piuttosto facile, è infatti possibile esprimere una preferenza per il candidato specifico oppure per la lista a cui appartiene, oppure entrambi. Attenzione a non fare segni nei luoghi sbagliati, pena l’annullamento della scheda. Ricordiamo inoltre che il voto è sancito dall’articolo 48 della Costituzione: è personale, eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è un diritto e un dovere civico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *