Crema Barò: Natura e ricerca per combattere la cellulite

La cellulite è uno di quegli inestetismi che nessuna donna vorrebbe mai avere e che cerca di combattere con ogni mezzo a sua disposizione. Purtroppo però ben pochi sono effettivamente utili ecco perché è fondamentale sapere quale prodotto scegliere e come utilizzarlo. La crema Barò è uno dei pochi cosmetici che mantiene le promesse fatte e che, in alcuni casi, riesce addirittura a superarle. Vediamo nel dettaglio cosa la rende così efficace.

Analizzando la composizione della Crema Barò, la prima cosa che si nota è la totale assenza di vaseline, i derivati del petrolio che si trovano comunemente in molti prodotti cosmetici. Giovanna Menegati, la dottoressa che si è occupata dello sviluppo di questa straordinaria crema, ha infatti voluto puntare tutto sulla natura, escludendo dalla formula finale anche alcool, parabeni, paraffine e tutti i derivati di origine animale.

Questa audace scelta permette alla crema Barò di essere utilizzata da donne di tutte le età in totale sicurezza. La delicatezza dell’unguento è garantita e testata per offrire la massima protezione anche alle pelli più sensibili. Ma perché riesce a donare certi benefici? Il merito è da imputarsi alle uve rosse Nebbiolo, che vanno a costituire la base dell’unguento. La forte presenza di polifenoli contenuti nelle vinacce garantisce un ottimo effetto antiossidante, una regolarizzazione della microcircolazione vasale e anche un risanamento della membrana cellulare.

Questi 3 effetti assicurano il corretto e totale assorbimento dei principi attivi presenti nella crema Barò, che in poche settimane e con un po’ di accortezza, può attenuare notevolmente la pelle a buccia d’arancia fino a farla scomparire del tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *